La Via delle Fiabe a Innsbruck

featured-via-delle-fiabe-innsbruck

Se c’è una strada che mi ha colpito in un mio viaggio, non posso non includere la Via delle Fiabe a Innsbruck, capace di riportarmi indietro a quando ero bambino (non che non lo sia tutt’ora, ma sicuramente con meno pupazzi rispetto allora). Sono tornato a casa chiedendomi come faccia ad essere un’unica via se presenta più di due entrate differenti. Nel dubbio, mi affido totalmente all’esperta guida con cui siamo andati nello spazio di 48 a Innsbruck, Rattenberg e Bolzano. Secondo a suo giudizio, la via è una sola. A seguire trovi un po’ di curiosità, dove si trova e tante foto sulla strada più particolare della città austriaca, che ho inserito tra le cose da vedere a Innsbruck.

Curiosità sulla Via delle Fiabe a Innsbruck

Camminando lungo la Via delle Fiabe a Innsbruck si possono incontrare tanti personaggi di favole famose. Da Pinocchio a Cappuccetto Rosso, ma anche il Lupo Cattivo e il Principe Azzurro, Biancaneve e i Sette Nani, la Bella Addormentata nel Bosco, il Gatto con gli Stivali, la Regina delle Nevi, il Principe Ranocchio e tanti altri ancora. Alcuni si riconoscono facilmente ad occhio nudo, associando immediatamente la figura alla fiaba. Altri invece – ce ne sono davvero tantissimi – sono quasi impossibili da identificare perché hanno la scritta in tedesco. A meno che non conosci la lingua, farai la perfetta figura dell’ebete di fronte ad uno dei tanti personaggi presenti, senza avere possibilità di riconoscerlo.

La Via delle Fiabe non è da confondere con la Strada dei Giganti. E’ facilmente riconoscibile per le dimensioni dei pupazzi collocati accanto alle porte delle case, nettamente più grandi rispetto ai personaggi delle favole. Anche il numero cambia drasticamente, in quanto generalmente vengono posizionati soltanto 4 giganti. Un’ultima differenza, sostanziale, è rappresentata dal carattere “stagionale” della Strada dei Giganti. Questo perché i pupazzi vengono generalmente collocati durante le festività natalizie, mentre i personaggi delle fiabe sono permanenti.

In lingua tedesca, la Via delle Fiabe a Innsbruck è nota con la parola Marchengasse. Come avrai capito, Marchengasse è una parola composta: marchen è il sostantivo di fiaba, gasse invece indica la parola vicolo. Prendendo alla lettera il sostantivo tedesco dunque, sarebbe più giusto parlare di Vicolo delle Fiabe. Qui in Italia però è più diffuso il nome che prevede l’utilizzo di Via. Anche perché vicolo dà l’idea di una via stretta, quando invece non è affatto così. C’è posto davvero per tutti, sia per scattare le foto che restare per qualche secondo con gli occhi fissi all’insù, ripensando ad un’infanzia passata troppo in fretta.

Dove si trova

Qui sotto trovi la mappa di Innsbruck, con l’esatta posizione della Via delle Fiabe. Posso dirti, se ti è d’aiuto, che non avrai particolari difficoltà a trovarla, sia perché è nel centro storico, vicinissima a dove allestiscono i Mercatini, sia per la presenza del personaggio all’inizio della via. Insomma, non puoi perderti cercandola. Se hai difficoltà, aiutati con la mappa. Ricordati di entrare dal vicolo Kiebachgasse.

Le foto della Via delle Fiabe a Innsbruck

Ti lascio con le foto che ho scattato quando ho camminato insieme a Chiara. Auguro a te e a chiunque di sorprenderti ad ogni angolo della via, come è successo a me.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here