Sudafrica clima e quando andare: consigli per la vostra vacanza

Il clima in Sudafrica è molto particolare. La sua posizione nell’Emisfero Sud inverte le stagioni rispetto alle nostre e le condizioni climatiche variano in base alla fascia. Solitamente al sud il clima è più mite rispetto al nord e ad est è meno secco che ad ovest. Andiamo nel dettaglio per conoscere il meteo e la tipologia climatica nella Repubblica Sudafricana.

Vari tipi di clima

Città del Capo cosa vedere

In Sudafrica ci sono diversi tipi di clima. Nella fascia sud-ovest il clima è di tipo mediterraneo, l’estate è quasi sempre soleggiata e calda, mentre l’inverno è in genere mite. Di quest’area fa parte Città del Capo, dove l’inverno, da giugno a settembre, ha temperature intorno ai 13 gradi, mentre l’estate, tra dicembre e marzo, si aggira sui 24 gradi. I mesi estivi, in sostanza, non sono mai tanto caldi a causa della posizione oceanica, tant’è che spesso c’è vento. Ovviamente i valori possono salire anche a 30 gradi in certi giorni, ma appare secco e l’atmosfera viene mitigata dal celebre vento Cape Doctor. In città, piove soprattutto in primavera ed autunno, le mezze stagioni sono abbastanza imprevedibili e il mare risulta quasi sempre fresco, anche in estate la temperatura dell’acqua rimane sui 20 gradi. In linea di massima, proprio a causa di questa caratteristica, la zona sud del paese e la Cape Town Penisula, si visita meglio tra dicembre e primi di marzo o tra fine settembre e novembre.

Lungo la fascia costiera ad ovest, il clima è più arido e piove meno, ma si formano spesso nebbie e foschie, nonostante le temperature rimangano miti. Verso l’interno, il clima si caratterizza per la forte escursione termica; tra notte e giorno la differenza è di quasi 15 gradi. Così di giorno il clima appare torrido e di notte fresco, durante l’estate. Qui si trovano gli altopiani al confine con Namibia e Botswana e tra dicembre e marzo non di rado piove nel tardo pomeriggio. Nel Kalahari Gemsbok National Park, il clima è decisamente arido, imperversa la savana e i valori sono alti.

Lungo la costa est e quella più a sud il clima diventa mano a mano più oceanico. Nella zona di Port Elizabeth la piovosità è limitata, il clima è spesso mite, l’inverno sembra più una primavera e anche l’estate non è calda, attestandosi intorno ai 22 gradi di gennaio e febbraio. Andando verso East London e Durban, l’estate è nettamente più calda, piove anche di più e il clima somiglia a quello subtropicale. In particolare, lungo la costa del Natal, i mesi estivi sono caldissimi e afosi e i temporali frequenti. D’inverno è generalmente mite.

Nella parte centrale, degli altipiani, l’estate è ancora più calda, umida, piove spesso e si percepisce più afa. A Johannesburg, tra dicembre e febbraio le temperature salgono parecchio ma la sua posizione sull’altopiano la rende meno calda. Qui il periodo più umido va da ottobre a marzo, mentre da maggio a settembre è decisamente più mite o addirittura freddo. Situazione simile a Pretoria. Nel Parco nazionale Kruger e nella zona del Kwa-Zulu Natal e del Mpumalanga, l’estate è piovosa, soprattutto il pomeriggio: mentre l’inverno è secco e soleggiato, di giorno i valori possono raggiungere 27 gradi. L’escursione termica è notevole e di notte può fare molto freddo.

Quando andare

Vista la diversità climatica non è semplice trovare un periodo ideale per tutto. Mentre per Città del Capo e la costa a sud è meglio l’estate, tra dicembre e marzo, Johannesburg si può vedere tutto l’anno tranne che da giugno ad agosto, quando può fare molto freddo. Nel parco Kruger, il periodo migliore va da giugno ad agosto, perché le piogge sono scarse e l’afa più rara, anche se bisogna tenere conto del freddo notturno. Se proprio si vuole vedere un po’ di tutto, un buon periodo è quello che va da metà settembre a fine ottobre.

Lascia un commento

Lascia il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui