Scala dei Turchi come arrivare in auto e autobus

scala-dei-turchi-spiaggia

La Scala dei Turchi è una località simbolo di Agrigento, che si trova tra Realmonte e Porto Empedocle, in Sicilia. In estate, la scogliera bianca viene presa d’assalto da migliaia di turisti e abitanti dell’isola. Chi è residente nella regione siciliana non può non vederla, toccarla, almeno una volta nella sua vita. La parete rocciosa di Agrigento non è da confondere con la spiaggia Baia dei Turchi, che si trova ad Otranto, in Puglia. Può capitare, ma è meglio di no. Regioni, storie e geografie diverse. Scopriamo dunque come arrivare alla Scala dei Turchi, se stiamo partendo dalla vicina Agrigento, oppure da Palermo, Catania, Sciacca e Gela. Non ci spingiamo oltre.

 

In auto

Da Agrigento: seguire le indicazioni per il Viadotto Akragas. Dopo essersi lasciati alle spalle il Centro Commerciale Città dei Templi, proseguire lungo la Strada Statale 115, in direzione Porto Empedocle. Una volta superato il centro cittadino, dovrete svoltare a destra in Via Crespi, quindi dopo meno di 1 km un’altra svolta a destra, in Via Nereo. A questo punto, siete quasi arrivati. Vi basterà seguire le indicazioni per Contrada Punta Grande, dove è situato anche il parcheggio della Scala dei Turchi (leggi l’ultimo paragrafo per approfondire). Il percorso è di circa 15 km.

Da Sciacca: percorrere la Strada Stata 115, seguendo le indicazioni per Agrigento. Sono 44 i km da percorrere sulla statale. Dopo aver superato il paese di Siculiana, uscite dalla statale prendendo Via Per Santi Mattarella. Dopo poco più di 5 km, e superato il comune di Realmonte, arriverete a destinazione. Distanza percorsa 55 chilometri circa.

scogliera-bianca-scala-dei-turchi

Da Palermo: il percorso più veloce è prendendo la SS 624, da seguire fino all’altezza della Contrada Piana Scunchipane, dove poi imboccherete la Strada Statale 115. Una volta entrati nella SS 115 raggiungerete rapidamente il comune di Sciacca. Da qui seguite le indicazioni descritte poco qui sopra. Alla fine, i km percorsi saranno 145.

Da Gela: su 84 km di strada da percorre, oltre 60 saranno sulla SS 115. Nell’ordine, supererete i comuni di Femmina Morta, Licata, Palma di Montechiaro e Gibisa, prima di arrivare nei pressi di Agrigento. La strada vi porterà a Maddalusa prima e Porto Empedocle poi. Da qui, seguite le indicazioni che vi abbiamo fornito quando abbiamo descritto il percorso da fare partendo da Agrigento.

Da Catania: entrate nella A19, dove dovrete percorrere circa 90 km. Superata Enna, prendete l’uscita per Caltanissetta, nella Strada Statale 640, per poi prendere subito la SS 626, in direzione Caltanissetta. Una volta arrivati all’altezza della Strada Statale di Raccordo di Pietraperzia, prendere la SS 640dir. Superata la Zona Industriale San Cataldo Scalo sarete nuovamente sulla SS 640. Da qui proseguire in direzione Agrigento. All’altezza della Valle dei Templi proseguire sulla Strada Statale 115, che vi porterà a Porto Empedocle. Seguite quindi le indicazioni mostrate in precedenza e dopo pochi chilometri arriverete a destinazione.

In autobus

Da Agrigento: da Piazzale Rosselli prendere l’autobus della ditta Salvatore Lumia, che vi porterà fino a Realmonte. Da qui è a disposizione dei turisti, durante la stagione estiva, un servizio di navetta bus, gestito da un privato, che consente di arrivare alla Scala dei Turchi, distante circa 3-4 dalla fermata degli autobus di Realmonte. La durata del tragitto Agrigento – Realmonte è di 20 minuti più o meno.

agrigento-scala-dei-turchi

Da Sciacca: la ditta S. Lumia offre anche il collegamento in autobus da Sciacca a Realmonte. Il percorso viene completato in circa 45 minuti. Per maggiori informazioni e contatti, andare sul sito autolineelumia.it.

Dove parcheggiare

Parcheggio: arrivando da Realmonte, troverete l’area di sosta per camper e auto a ridosso della discesa per la spiaggia della Scala dei Turchi, sulla vostra destra. Fate attenzione ai cartelli di divieto di sosta ed evitate le giornate (e gli orari) più critiche, come ad esempio il sabato e la domenica, per avere meno preoccupazioni relative al posteggio dell’auto.

Durante la vostra vacanza in Sicilia non perdete nemmeno l’incantevole isola di Favignana, la gemma delle isole Egadi.

Lascia un commento

Lascia il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui