Pozzo di San Patrizio, orari e prezzi 2019

Il pozzo di San Patrizio si trova ad Orvieto, in provincia di Terni, e rappresenta una delle attrazioni turistiche più visitate dell’intera zona. Solitamente siamo abituati ad associare all’espressione “pozzo di San Patrizio” il significato di un qualcosa che non si riempie mai nonostante si cerchi con ogni mezzo di riempirlo.

Ciò non è molto distante da quello che, nell’immaginario della collettività, rappresenta il più famoso pozzo d’Italia, progettato da Sangallo Giovane per consentire alla città di Orvieto di diventare indipendente dal punto di vista delle risorse d’acqua. Ed in effetti, ancora nessuno è riuscito ad esaurire l’acqua della struttura.

Di seguito gli orari e i prezzi per la visita del pozzo di San Patrizio aggiornati all’anno 2019.

Orari

Il pozzo di San Patrizio ad Orvieto, durante l’orario estivo, che va da maggio ad agosto, apre alle 9.00 e chiude alle 20.00. Nei mesi di marzo, aprile, settembre e ottobre l’apertura rimane fissata alle 9.00, la chiusura invece anticipata di 60 minuti (19.00).

Durante l’orario invernale, le ore a disposizione del visitatore per scendere i numerosi gradini del pozzo calano drasticamente: da novembre a febbraio si può entrare soltanto dalle 10.00, con la struttura che chiude i battenti alle 17.00.

Riepilogo

  • Maggio, giugno, luglio, agosto: 9.00 – 20.00
  • Marzo, aprile, settembre, ottobre: 9.00 – 19.00
  • Novembre, dicembre, gennaio, febbraio: 10.00 – 17.00

Prezzi

I prezzi dei biglietti per la visita al pozzo di San Patrizio sono accessibili a tutti. Il costo per un tagliando intero è di 5,00 euro. Il biglietto ridotto costa 3,50 euro, ed è rivolto ai gruppi di minimo 15 persone, gli studenti universitari, i ragazzi dai 7 ai 18 anni, gli over 60, i disabili e i residenti.

Riepilogo

  • Biglietto intero: 5,00 €
  • Biglietto ridotto (over 65 e under 18): 3,50 €
  • Ingresso gratuito: 0-6 anni
  • Sito SistemaMuseo (per acquistare i biglietti)

Cosa c’entra San Patrizio?

Un’ultima curiosità, che magari vi state domandando dall’inizio. Perché il pozzo è stato dedicato a San Patrizio? Il tutto nasce da una nota leggenda, secondo cui il patrono dell’Irlanda pregava all’interno di una caverna associata alla porta del Purgatorio. Raggiungere il fondo di quest’ultima era impresa assai ardua, tanto che in molti non riuscirono a tornare in superficie.

Evidentemente, i 248 gradini del pozzo realizzato da Antonio da Sangallo il giovane nella prima metà del 1500, su commissione di papa Clemente VII, qualche secolo più tardi, per la precisione nell’Ottocento, furono fonte di ispirazione per chi poi assegnò il nome al pozzo di Orvieto (originariamente si chiamava Pozzo della Rocca, perché situato nei pressi della rocca Albornoz), la cui struttura, profonda 53 metri e completata da 70 finestroni, ricorda metaforicamente il Purgatorio.

Voci correlate

Lascia un commento

Lascia il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui