Nepal quando andare e clima: consigli per la vostra vacanza

0
7
annapurna-nepal

Conoscere il clima del Nepal è importante per organizzare al meglio il proprio viaggio in questo suggestivo paese tra India e Cina. Nonostante non sia enorme dal punto di vista geografico, il clima varia molto in base all’altitudine, passando da quello subtropicale a sud fino a climi glaciali sull’Himalaya. Dunque, prima di partire è sempre bene comprendere la tipologia di clima nella specifica zona in cui si vuole andare e di conseguenza pianificare l’avventura in uno dei luoghi più suggestivi al mondo. Per approfondire ulteriormente, è disponibile la guida al clima dell’India.

Il clima del Nepal

Come già accennato, il clima che troviamo in Nepal dipende moltissimo dalla zona e dall’altitudine. In linea di massima è subtropicale a sud, quindi caldo e piovoso, moderato nelle zone di montagne o altipiani e freddissimo sull’Himalaya. Come per altri paesi asiatici le piogge sono intense durante il periodo dei monsoni tra giugno e fine ottobre soprattutto nella parte meridionale del paese e ad est. Nella zona pianeggiante a sud, solitamente l’atmosfera si mantiene mite con prevalenza di sole e temperature piacevoli anche durante l’inverno. Infatti i mesi più freddi sono da dicembre a febbraio ma la media è di 14-15 gradi.

Da metà marzo i valori aumentano di netto e già da aprile si possono percepire punte di 40 gradi. Da giugno la zona è interessata dai monsoni e continua fino ad ottobre con piogge e umidità particolarmente forti tra luglio e agosto. i primi miglioramenti arrivano ad ottobre, quando oltre alle piogge meno forti anche l’umidità sembra sparire piano piano. Leggermente diverso è il clima nella zona sud est del Nepal, dove già da aprile inizia a piovere e le temperature non vanno mai sopra i 35 gradi. Decisamente diversa è la situazione negli altipiani tra gli 800 e i 1000 metri, dove il clima è molto più moderato con inverni non troppo freddi ed estati piacevoli. In questa zona del paese tra dicembre e febbraio le temperature rimangono sui 13 gradi mentre in estate sui 25-27. Le piogge, invece, sono comunque presenti nel periodo dei monsoni.

Leggi anche: Quando andare a Kerala

pietra-nepal

 

A Pokhara, ad esempio, piove tanto durante i mesi dei monsoni, mentre salendo a Kathmandu, i valori si fanno più bassi in inverno e l’escursione termica diventa vigorosa tra notte e giorno. Nelle zone montane più si sale più cambiano i valori. Addirittura ad oltre 2mila metri di quota è facile scendere sotto lo 0 termico tra dicembre e febbraio fino ad arrivare ad un clima di tipo subartico nelle montagne alte 3mila metri o più. Qui, anche l’estate è molto fresca e difficilmente si superano i 10-12 gradi. Nelle zone dell’Everest e i monti circostanti, l’inverno è gelido e arriva facilmente a -20, mentre l’estate è fredda e a volte arriva a 2 o 3 gradi, addirittura sulla punta si percepiscono minime di -36.

Quando andare in Nepal

Dovendo scegliere il miglior periodo per visitare il Nepal possiamo consigliare quello compreso tra novembre e febbraio o massimo primi di marzo. In estate, tra giugno e ottobre, il rischio monsoni e forte umidità è molto alto mentre già a marzo inizia a far molto caldo. Volendo, se scegliete di vedere solo la parte montana del Nepal, si possono preferire i mesi di ottobre e novembre o marzo e aprile, ideali per praticare trekking o spedizioni.

Per completare l’argomento, leggete l’articolo sul clima di Kathmandu.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here