Miami cosa vedere nella frizzante metropoli della Florida

Miami offre tante cose da vedere. La dinamica e frizzante città della Florida è un concentrato di luoghi interessanti, spiagge e vita notturna che affascina i viaggiatori di tutto il mondo. Ideale per abbinare una vacanza al mare e una visita ad una metropoli americana, Miami sa mixare la grandiosità delle classiche città statunitensi all’atmosfera rilassata delle mete caraibiche e questo la rende una località davvero interessante. Dopo avervi portato alla scoperta delle spiagge di Miami, ecco i luoghi di attrazione da visitare in città.

Miami Beach

Miami Beach è la prima cosa che viene voglia di vedere una volta sbarcati a Miami. Si tratta di una fascia di terra situata tra la baia di Biscayne e l’Oceano, il cuore pulsante della città, dove convivono belle spiagge, vita notturna, negozi di alta moda, quartieri coloniali e tantissimi hotel e ristoranti. I punti focali di Miami Beach sono South Beach e l’Art Déco District, il quartiere coloratissimo dal sapore caraibico con edifici costruiti tra gli anni Venti e gli anni Quaranta. A South Beach si susseguono una miriade di lunghe spiagge sabbiose e dorate, attorniate da palme e grattacieli sullo sfondo. La visita parte dall’affollata e nota Ocean Drive, la via dei ristoranti, dei locali e degli hotel più cool, un luogo di passeggio 24 ore su 24, dove è impossibile non passare anche solo per recarsi in una delle spiagge del posto.
Leggi anche: Il fuso orario a Miami
South Beach, Miami, FL
Lungo la celebre via sorge la Casa Casuarina, la villa di Versace in stile anni ’30, fotografatissima da chiunque, oggi diventata un hotel di lusso. Da vedere il celebre Lummus Park, un lungomare gettonatissimo da turisti e cittadini che lo prendono come punto di riferimento per fare jogging, camminare, andare sui pattini o semplicemente rilassarsi sotto le palme o a ridosso della spiaggia. Da Ocean Drive si arriva facilmente ad Espanola Way, il cuore dell’Art Deco District, una via molto particolare dove tutto ricorda la Spagna, sia nelle architetture coloniali sia nei colori. La strada è nota per la presenza di tapas bar, ristoranti di ogni tipo e locali, presi d’assalto di sera.

Per un po’ di sano shopping è impossibile non recarsi sulla Collins Avenue, la via dei negozi per antonomasia, dove trovare le marche più prestigiose e quelle più famose a prezzi decisamente più vantaggiosi rispetto all’Italia. Lungo la Collins sorge anche il lussuoso Ritz Carlton, mentre lungo la Lincoln si possono notare gli edifici Art Decò più conosciuti come il Delano, il National con l’infinity pool e numerosi altri hotel prestigiosi considerati come delle vere e proprie istituzioni. Da vedere anche il South Pointe Park, che prende il via da Washington Ave 1 fino al pontile South Pointe Pier. Si tratta di un parco con delle aree ricreative per cani e bambini, ideale per passeggiare a piedi, andare in bici o godere di bellissimi tramonti con vista porto.

Key Biscayne e Miami Downtown

Spostandosi da Miami Beach arriviamo all’isola di Key Biscayne, collocata a 5 km dalla terraferma e raggiungibile in auto o bus attraverso la Rickenbacker Causeway. A differenza della vivace South Beach, a Key Biscayne si respira un’atmosfera molto più rilassata, fatta di spiagge tranquille, bei panorami visibili dai fari e passeggiate nella natura rigogliosa. Qui sorgono il faro di Cape Florida, dove la vista è davvero eccezionale, il Crandon Park Beach, una lunga spiaggia che funge anche da parco con tanto di tavoli in legno, aree pic nic e campi per giocare, e il Bill Baggs Cape Florida State Park, un parco naturale con entrata a pagamento, dove si trovano spiagge silenziose e poco affollate.

Leggi anche: Quando andare a Miami
P_1020
Del tutto differente è il Downtown di Miami, la zona commerciale e degli affari della città, che somiglia in tutto e per tutto ai vari Downtown delle altre metropoli nordamericane. Qui si osservano altissimi grattacieli, Brickell Avenue, il Metro-Dade Cultural Center e il museo d’arte di Miami. La zona più vivace è quella di Flager Street , dove sorgono i centri commerciali e i negozi. Rispetto ad altre città, Miami Downtown sembra svuotarsi ad una certa ora del pomeriggio e questo la rende una zona ancora poco interessante. Vale comunque la pena fare un giro sulla Metromover, la metro sopraelevata senza conducente, che gira intorno al Downtown e permette di avere una visuale ravvicinata dei grattacieli e uno skyline stimolante.

Imperdibile è il Bayside Marketplace a Bayfront Park, il parco con vista mare di Miami Downtown: qui sorge un centro commerciale aperto con ristoranti, negozi e bar, ma anche aree verdi, sempre affollate. Dal posto si possono ammirare le bellissime ville delle celebrities, quasi tutte situate sulla Star Island.

Coral Gables e Coconut Grove

Questo quartiere residenziale è noto per il pittoresco Coral Castle, un maniero in pietra costruito dall’eccentrico Edward Leedskalnin, che racchiude dei segreti ancora oggi non svelati, e la fiabesca Venetian Pool, una piscina naturale costruita dentro una cava di roccia corallina, tra le più scenografiche d’America. Coral Gables è uno dei quartieri più belli di Miami, lontano dal trambusto di Downtown e dalla vita mondana di South Beach; si notano solo ville e residenze immerse nel verde e strade curatissime o prati. Un po’ più mondano è Coconut Grove, un altro quartiere di lusso di Miami, dove fanno capolino belle residenze in stile mediterraneo o caraibico.Entrance to Central Miami Wayside Park 1925
L’anima della zona è il Coco Walk, celebre mall in stile messicano con tanto di fontane e terrazze aperte, dove alternare lo shopping ad una sosta relax. La sera il quartiere si affolla di turisti intenti a fotografare gli edifici tropicali ed osservare le vetrine della Grand Avenue e Commodore Plaza. Qui sorge anche la bellissima Villa Vizcaya, una villa rinascimentale italiana costruita nel 1914, dove sorgono vistosissimi giardini e internamente arredi pregiati.

Little Haiti, Little Havana e Wynwood

L’anima di Miami mostra la sua diversità con questi quartieri del tutto dissimili dai precedenti. Little Haiti è una zona multietnica, dall’anima latina, dove immergersi tra musica, colori e botánicas, le botteghe tipiche. Little Havana è una piccola Cuba di Miami: il fulcro sono la SW 8th Street e Cale Ocho, le due vie in cui spuntano ristoranti caratteristici, negozi e statue. Wynwood, infine, è il quartiere artistico della città, dove si respira un’atmosfera mondana ma rilassata, tra murales e gallerie d’arte. Da non perdere, appunto, la Art Walk, la zona principe per assistere a mostre ed esposizioni locali.

Prima di lasciarvi, vi consigliamo la lettura della guida su come muoversi in Florida.

Lascia un commento

Lascia il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui