Golden Gai: la via dorata di Tokyo

Titolo banale per un luogo affascinante. Golden Gai si trova a Shinjuku, a poca distanza da Kabukicho. Durante il nostro viaggio a Tokyo, tutti i pomeriggi ci ripromettevamo di andare a visitare la “via dorata”, incuriositi dalle recensioni entusiastiche di tante persone che c’erano state prima di noi. Il problema? Rimandavamo sempre. Nonostante il nostro albergo, l’hotel Granbell, non fosse molto distante. Anzi. Quando poi, finalmente, abbiamo trovato il tempo di andare, con nostra grande sorpresa abbiamo subito capito di essere stati qui. Di giorno però. Altre prospettive. Altra vita.

Una Tokyo diversa

Un bar. E poi un altro. Un altro ancora. Uno dopo l’altro. A destra e a sinistra. Vicoli che iniziano a respirare ben oltre il tramonto. Con i loro ospiti che diventano, metaforicamente, piccoli, piccolissimi, per poter figurare nel banchetto dorato. Quattro, cinque persone. Non di più. Per un’esperienza completamente differente da quella che si vive in tanti altri ristoranti presenti a Shinjuku e, più in generale, a Tokyo.

Non fai in tempo ad osservare l’interno di un locale che subito, senza che tu possa fare nulla, vieni rapito dal successivo. Un tormento piacevole gradito all’anima e agli occhi, che catturano ogni fotogramma, istante, di Golden Gai, così diversa dalla Tokyo caotica e individualista. Ad emergere, qui, è l’anima della persona, che si nutre di altre anime, catapultate in una dimensione differente, attraente.

golden-gai-2
Golden Gai (galleria foto 1)

Creative Commons: Igor Zeiger

golden-gai-foto-3
Golden Gai (galleria foto 2)

Creative Commons: Big Ben in Japan

golden-gai-foto-4
Golden Gai (galleria foto 3)

Creative Commons: Stephen Kelly

mappa-golden-gai
Golden Gai, la mappa

Come arrivare

Se siete a Kabukicho, prendete come punto di riferimento un breve sentiero verde, che rompe completamente con le trafficate vie di Tokyo. Una volta percorso fino in fondo, sarete arrivati a destinazione. Un altro punto di riferimento è rappresentato dal santuario Hanazono, che è posto proprio di fronte ad un vicolo di Golden Gai. Dopo averlo visto, quella notte, ho capito di essere stato nella via dorata di Tokyo infinite volte. Senza accorgermene mai.

Credits featured image: Shiranai, via Flickr

Lascia un commento

Lascia il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui