Sono tanti i motivi per i quali Roma è chiamata città eterna. Tra questi, c’è anche il Giardino degli Aranci, noto anche come Parco Savello. Vi starete domandando perché abbia questo nome. Il merito deriva dalla presenza, nel parco, delle piante di melangoli, vale a dire gli aranci amari. Parco Savello, invece, perché la sua costruzione, che risale alla fine del 1200, si deve all’antica famiglia Savelli. A livello geografico, il Giardino degli Aranci si trova sull’Aventino, all’interno del rione Ripa. Di seguito, scopriamo come arrivarci con i mezzi pubblici, sia metro che bus, con altre indicazioni utili quali orari di apertura e se si paga per entrare o meno.

La guida

Per arrivare al Giardino degli Aranci, con l’ingresso che si trova in via Santa Sabina, è possibile prendere la metro linea B, e scendere alla fermata Circo Massimo. Da qui, a piedi, per raggiungere l’entrata del parco dovrete fare circa 700 metri a piedi. Se state cercando gli orari della metro di Roma, vi consigliamo la lettura dell’articolo appena linkato.

Si può inoltre prendere l’autobus. Le linee urbane di riferimento sono le seguenti: 810, 781, 716, 715, 628, 204, 170, 160, 81, 44, 23. La fermata più vicina, via della Greca, è offerta dalle linee 81, 160 e 628. Se si parte dalla stazione Termini, per raggiungere il Giardino degli Aranci si può optare per la linea 170 fino alla fermata di Piazza Bocca della Verità. Da qui, proseguite sul lungotevere, per poi salire per il Clivio di Rocca Savella, che è il secondo ingresso del parco. Il terzo è in Piazza Pietro d’Illiria.

Quali sono gli orari del Giardino degli Aranci? Nella stagione primavera-estate, da aprile ad agosto, il Parco Savello apre alle 7.00 e chiude alle 21.00. In inverno, da ottobre a febbraio, l’apertura resta alle 7.00 ma la chiusura viene anticipata alle 18.00. Nei mesi di marzo e settembre si osservano i seguenti orari: 7.00 – 20.00.

Ultima domanda: si paga per entrare al Giardino degli Aranci di Roma? La risposta è no. L’ingresso è gratuito, dunque non dovete acquistare alcun biglietto per visitare il Parco e godere del fantastico tramonto sulla basilica di San Pietro.

Vista la posizione, potrebbe interessarvi anche come arrivare a Trastevere, sia in metro che con i mezzi pubblici.

Pubblicato da Federico

Nasce su un'isola, salvo sentirsi un pesce fuor d'acqua. Affascinato dalla natura più che dalle città e i monumenti, non dimentica più Città del Capo, ad oggi la sua meta preferita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *