Quando pensi a Shanghai solitamente pensi alla coltre di smog, refrain dei maggiori centri della Cina. Ma Shanghai è anche conosciuta come la “Parigi d’Oriente”. State organizzando un viaggio e volete conoscere il fuso orario rispetto all’Italia? È nostro piacere aiutarvi. In fondo, siamo qui per questo. Questa città non ha da offrire soltanto inquinamento e freddi grattacieli del suo celebre quartiere finanziario (Pudong). Ricordatevelo. Scopriamo adesso il fuso orario di Shanghai e alcune informazioni utili sui voli dall’Italia.

Che ore sono a Shanghai?

Fuso orario Italia – Shanghai: sono 7 le ore di differenza, in avanti, con la capitale finanziaria cinese. Se ad esempio da noi sono le 17.00, l’ora esatta a Shanghai è mezzanotte. Se da noi c’è l’ora legale invece, le ore di differenza scendono, per ovvie ragioni, a 6. Ricordate, le lancette vanno spostate in avanti, e non indietro, come avviene sempre d’altronde in una vacanza che prevede lo spostamento da Roma verso est.

Orario Cina – Italia: nel Paese asiatico, il fuso orario è sempre uguale. In tutto il territorio dunque permangono le 7 ore in avanti rispetto alla nostra ora. Ricapitolando, per chi ancora non avesse capito. Se in Italia sono le 7 mattino, a Shanghai sono già le 14.00 del pomeriggio. E ancora. Se qui da noi l’orologio segna la mezzanotte, in Cina si stanno svegliando, poiché sono le 7 del mattino del giorno seguente.

Da Roma a Shanghai: esistono voli diretti che dall’aeroporto di Roma Fiumicino arrivano fino allo scalo internazionale di Shanghai. Sono operati da Alitalia e dalla China Eastern, ed hanno una durata di 11 ore scarse.

Distanza Milano – Shanghai: in linea d’aria le due città sono separate da 9.100 km. Anche da Milano esiste un volo diretto per Shanghai, operato dalla compagnia aerea Air China. La durata del tragitto è stimata in 11 ore e 20 minuti.

Dimenticavo, lasciate perdere le mascherine. Sentitevi liberi. E felici. Sapete già qual è il periodo migliore per andare in Cina?

Pubblicato da Federico

Nasce su un'isola, salvo sentirsi un pesce fuor d'acqua. Affascinato dalla natura più che dalle città e i monumenti, non dimentica più Città del Capo, ad oggi la sua meta preferita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *