Cosa vedere a Kamakura

kamakura-great-buddha
Kamakura, primo piano del Grande Buddha

Indietro nel tempo. Kamakura è stata la nostra prima escursione vicino a Tokyo, durante l’ultima vacanza in Giappone. Ormai ubriachi di metro, tonkatsu e valigette 24 ore a Shinjuku, abbiamo deciso di andare a visitare uno dei siti di maggiore interesse della regione Kanto. Templi, templi, e ancora templi. Una lista infinita, tanto che il giorno prima, mentre cercavo di organizzare una visita logica attraverso il fedele Google Keep, mi stavo già domandando se avessimo fatto in tempo a vedere tutto. I miei dubbi si sarebbero poi rivelati reali. Dai, in fondo lo sanno tutti che quello che conta però è la classifica di Trip. O forse no.

Il tempio Hasedera

Personalmente, di tutti i templi visitati a Kamakura, Hasedera è stato quello che mi ha colpito di più. Sarà per la grotta che presenta un tunnel con una parete bassissima, tanto da ricordarmi Chiara nell’acquario di Valencia (lo so che non c’entra niente ma non importa), sarà per le centinaia (?) di statuette presenti in una specifica area, che lì per lì ti fanno una certa impressione. Sarà, più semplicemente, per l’affascinante statua di Kannon, situata all’interno dell’omonima sala.

hasedera-statuette-jizo
Kamakura, le statuette di Jizo al tempio Hasedera

Proprio quelle statuette hanno una storia particolare. Raffigurano infatti Jizo, la divinità protettrice dei viaggiatori e – ed è questo il caso – dei bambini sfortunati. Tutti coloro che hanno perso il proprio figlio in età prematura pongono qui una statuetta. Averlo saputo prima, non mi sarei comprato un Jizo come souvenir da portare in Italia. Qualcuno lo vuole?

A lasciare senza parole è, infine la statua di Kannon, alta più di 9 metri e raffigurante 11 teste, ciascuna con un’espressione diversa. Nel sito ufficiale si legge che “ciascuna faccia ha una differente espressione perché la divinità ascolta qualsiasi desiderio delle persone”. Fu realizzata attraverso l’utilizzo di un albero di canfora e risale all’ottavo secolo. Sempre dal sito: “Kannon è Avalokitesvara Bodhisattva. Un Bodhisattva è un futuro Buddha e rappresenta compassione, misericordia e amore”.

Ingresso: 300 yen
Orari: 8.00 – 16.30/17.00
Indirizzo: 3-11-2 Hase, Kamakura, Kanagawa Prefecture
Sito web: www.hasedera.jp

Il Grande Buddha di Kamakura

kamakura-grande-buddha
Kamakura, il Grande Buddha

Dopo Hasedera, ciò che mi è rimasto maggiormente impresso di Kamakura è la statua di bronzo del Grande Buddha, situata all’interno del tempio Kotokuin. Nonostante le dimensioni, non è la statua più grande di Buddha che si possa trovare in Giappone. Ma le dimensioni, come sempre, contano fino ad un certo punto.

Vederlo all’aperto, libero, al centro di tutto e tutti, ti fa dimenticare il contorno, costituito da centinaia di turisti ossessionati dalla selfie mania. Personalmente, l’ho trovato più bello rispetto al Grande Buddha di Nara, collocato dentro il tempio Todaiji. E si può anche entrare dentro la statua, pagando 20 yen aggiuntivi. Una cifra irrisoria, che noi abbiamo comunque preferito non spendere. Perché? Ce lo stiamo ancora chiedendo in effetti. Magari la prossima volta, ecco.

Ingresso: 200 yen
Orari: 8.00 – 17.00/17.30
Indirizzo: 4-2-28, Hase, Kamakura, Kanagawa Prefecture
Sito web: www.kotoku-in.jp

Il tempio Engakuji

Se si scende alla stazione di Kita-Kamakura, l’ultima prima di Kamakura, il tempio Engakuji è il primo che si incontra, dopo una camminata di soli 2-3 minuti. In ordine di importanza, è il secondo tempio zen della zona. Il cancello interno, chiamato Sanmon, ha il potere di destabilizzarti. Non sai più se sei a Tokyo o Kyoto, quando in realtà sai benissimo che non sei in nessuna delle due città.

Le altre due attrazioni del tempio Engakuji sono la statua del Buddha Shaka Nyorai, alta 2,6 metri, situata nella sala Butsu-den, e la Grande Campana, uno dei simboli non soltanto dell’Engajuki ma di tutta Kamakura. La si raggiunge dopo una lunga scalinata, che vale realmente la pena compiere.

Ingresso: 300 yen
Orari: 8.00 – 16.00/16.30
Indirizzo: 409 Yamanochi, Kamakura, Kanagawa Prefecture
Sito web: www.engakuji.or.jp

Il santuario di Tsurugaoka Hachimangu

Le aspettative sul Tsurugaoka Hachimangu erano tante. Descritto come il tempio più importante di Kamakura, così come il più visitato, una volta che sono uscito non mi ha lasciato nulla in particolare. Ad aver influito, forse, anche l’elevato numero di persone presenti.

kamakura-tsurugaoka-hachimangu
Kamakura, il santuario Tsurugaoka Hachimangu

La verità? Mi ricordo più il viale centrale che, attraversando Kamakura, conduce fino al torii principale del santuario. Dopo, nient’altro. Col senno di poi, avremmo forse fatto meglio ad ascoltare più il nostro istinto, che ci portava all’isola di Enoshima. Ma, non avendola vista, non possiamo giudicare. Se avanza un po’ di tempo e non si deve tornare subito a Tokyo o dove si ha l’hotel, visitarlo non costa nulla, letteralmente parlando. Se avete l’acqua alla gola invece, il discorso cambia.

Ingresso: gratuito
Orari: 5.00/6.00 – 20.30
Indirizzo: 2-1-31 Yukinoshita, Kamakura, Kanagawa Prefecture
Sito web: www.tsurugaoka-hachimangu.jp

Foto

kamakura-great-buddha
Kamakura, primo piano del Grande Buddha – Creative Commons Michael Cornelius
kamakura-hasedera-statuette-jizo-dettaglio
Kamakura, dettaglio statuette Jizo – Creative Commons Cherrie Mio Rhodes
kamakura-hasedera
Kamakura, nella grotta del tempio Hasedera – Creative Commons Ryosuke Yagi
kamakura-engakuji
Kamakura, il Buddha del tempio Engakuji – Creative Commons Brian Sterling
kamakura-tsurugaoka-hachimangu
Kamakura, il torii del santuario Tsurugaoka Hachimangu – Creative Commons Lux Tonnerre

Itinerario di un giorno a Kamakura

Inizialmente su Google Keep mi ero segnato qualcosa come 13 templi. Era la nostra prima escursione nei dintorni di Tokyo, cercate quindi di capirmi. Alla fine, ci siamo concentrati su quelle che ci sembravano le attrazioni indispensabili da vedere in un giorno a Kamakura. Ecco l’itinerario che abbiamo seguito:

  • Arrivo alla stazione Kita-Kamakura
  • Tempio Engakuji (3 minuti a piedi dalla stazione)
  • Ritorno alla stazione di Kita-Kamakura
  • Arrivo a Kamakura station (10 minuti circa)
  • Il Grande Buddha (20 minuti a piedi dalla stazione)
  • Tempio Hasedera (10 minuti a piedi dal Grande Buddha)
  • Ritorno indietro verso la stazione di Kamakura (25-30 minuti a piedi da Hasedera)
  • Santuario di Tsurugaoka Hachimangu (10 minuti a piedi dalla stazione)
  • Ritorno a Kamakura station, l’hotel a Tokyo ci sta aspettando

Mappa

Come arrivare a Kamakura

Da Tokyo, siamo andati alla stazione di Shinjuku e abbiamo preso il treno della JR Shonan Shinjuku Line. Siccome noi inizialmente non ci stavamo capendo tanto dentro la stazione (siamo arrivati a Kamakura soltanto grazie ad un simpaticissimo signore giapponese dotato di tablet), ricordiamo una cosa fondamentale: leggete la cartina della linea JR Shonan Shinjuku Line, dovete salire sul treno che continua sulla Yokosuka Line e Utsunomiya Line.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here