Cosa vedere a Fano

Fano, città sul mare delle Marche, offre diverse cose da vedere e molti spunti per un weekend o una vacanza tra mare, colline e scenari naturali. Oltre al curato centro storico e le spiagge sabbiose sull’Adriatico, consiglio di vedere anche i dintorni della località in provincia di Pesaro-Urbino, ricca di testimonianze storiche e luoghi naturali incantevoli. La cittadina marchigiana è famosa per le sue spiagge forgiate del titolo di Bandiera Blu; i lidi tranquilli per famiglie si alternano a quelli vivaci e frequentati da giovani a caccia di divertimento nei locali ma Fano è anche storia, una storia che ha antiche origini romane.

Il centro storico, le mura e la passeggiata lungo mare

Come altre località sul mare delle Marche, anche Fano sa mixare la tranquillità al buon vivere. Il lungomare, con la sua passeggiata che sfocia nel porto e unisce le spiagge settentrionali a quelli meridionali, è uno dei posti più frequentati della città non solo durante la bella stagione. L’entrata nel centro storico è ben rappresentata dall’Arco di Augusto, costruito nel primo secolo d.C., circondato dalla Chiesa di Augusto e le logge di San Michele. Tra le cose che saltano subito all’occhio di Fano ci sono indubbiamente le mura, costruite in epoca romana e simbolo cittadino. Il fulcro della città è facilmente visitabile a piedi con una bella passeggiata tra piazza Piazza XX Settembre, dove sorge la rinascimentale Fontana della Fortuna e il romanico Palazzo della Ragione o del Podestà con il Teatro della Fortuna, il Palazzo Malatestiano e la loggia del Sansovino. Durante la bella stagione la Corte Malatestiana è sede di spettacoli teatrali ed eventi vari.
Corte Malatestiana
Di impronta rinascimentale, è la Chiesa di Santa Maria Nuova; al suo interno si trova la tavola del Perugino Madonna col Bambino in trono e tre santi. Altre Chiese da non perdere a Fano sono quella di San Paterniano, la barocca chiesa di San Pietro e la Chiesa di Sant’Agostino, distrutta durante la II Guerra Mondiale e in fase di restauro. Tra i luoghi da visitare di Fano segnalo anche il Museo Civico e alla Pinacoteca, che ospita una ricca sezione di reperti archeologici, oltre a dipinti del Cinquecento. Il museo accoglie una collezione molto antica di monete, ceramiche, reperti neolitici e vari oggetti antichissimi che raccontano la storia del luogo. Fuori dalle mura, la storia antica di Fano lascia posto alle ricche spiagge e il porto, mete di passeggiate (degna di nota quella del Lisippo), bagni rilassanti e piste ciclabili. La particolarità di queste spiagge è che sono di sabbia fine e ghiaia, circondate da giardini e locali: a levante la nota spiaggia di Sassonia e a ponente quella del Lido, location di mercatini estivi.
Spiaggia Sassonia

 I dintorni

I dintorni di Fano sono tutti da scoprire. Segnalo Urbino, antica città universitaria patrimonio Unesco, nonché città di Raffaello Sanzio e culla del rinascimento. A nord di Fano, al confine con la Romagna, da non perdere il borgo di Gradara, con la sua fortezza medievale dove è raccontata la storia di Paolo e Francesca, la graziosa Mondavio con la sua rocca e il centro rinascimentale e Urbania, paesotto medievale nell’entroterra dove visitare la residenza dei Montefeltro e il Palazzo Ducale. Imperdibile è Acqualagna, nota località del tartufo bianco e di eventi gourmet che scandiscono le stagioni, tra prodotti tipici e prelibatezze locali. Per chi ha un po’ di tempo in più suggerisco una gita fino alla suggestiva San Leo, emozionante borgo medievale posto in altura con il centro storico tutto da scoprire. Un capitolo a parte merita la Riserva Naturale della Gola del Furlo; pareti rocciose che circondano un lago e vanno a formare la cosiddetta gola, creando uno scenario alquanto suggestivo. L’area del parco comprende anche le cime del Monte Pietralata.

Lascia un commento

Lascia il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui