Cosa vedere a Cagliari in un giorno: centro storico e porto un must see

L’aereo è atterrato in Sardegna, più precisamente all’aeroporto di Elmas. La nostra prima tappa è la città di Cagliari, il capoluogo della regione. Abbiamo fretta, ci staremo solo un giorno: cosa possiamo vedere in 24 ore? Le spiagge della provincia di Cagliari sono celebri e famose, ma purtroppo non abbiamo tutto questo tempo, nemmeno per una visita al Poetto, la spiaggia dei Centomila.

Dall’aeroporto prendiamo la statale 131 e seguiamo le indicazioni per Cagliari / Ospedali. Dopo circa 10-15 minuti di auto saremo arrivati a destinazione.

La nostra prima tappa obbligatoria è Via Roma, la strada che “costeggia” il porto. Consigliamo di parcheggiare direttamente al porto. Una volta scesi dall’auto, avrete modo di ammirare la città alla vostra sinistra e le tante navi che affollano lo scalo marittimo cagliaritano, uno dei più importanti del Mediterraneo.

Centro storico

cagliari-centro-via-roma
Cagliari, via Roma

Tra i posti da visitare a Cagliari in un giorno non può mancare il centro storico. Dopo aver visto il porto, proseguite a piedi entrando in Via Largo Carlo Felice. Da qui potete accedere facilmente al quartiere Marina. Proseguendo in direzione nord, si estende il quartiere Castello, simbolo della città di Cagliari, dove si trovano il bastione di Saint Remy e le torri dell’Elefante e San Pancrazio. Sul lato ovest, invece, c’è il quartiere Stampace. Anche in questo caso non resteremo a mani vuote.

Per la loro bellezza, meritano la visita l’Anfiteatro romano, l’Orto botanico e la Chiesa di San Michele.

Resta poi il quartiere Villanova, l’ultimo che va a costituire il centro storico di Cagliari. Situato nella zona est rispetto al quartiere Marina e Castello, esso offre la possibilità di visitare i Giardini Pubblici e le chiese di Saturnino e San Lucifero.

Santuario di Nostra Signora di Bonaria

Terminato il mini tour del centro storico, ci resta ancora del tempo per visitare uno dei luoghi di maggiore interesse a Cagliari: la chiesa di Bonaria, conosciuta anche come Santuario di Nostra Signora di Bonaria.

Torniamo al porto per prendere la nostra macchina e attraversando Via Roma prendiamo le indicazioni per Viale Diaz e quindi Viale Bonaria. Qui possiamo ammirare il santuario mariano più importante della Sardegna. Dopo aver percorso una lunga scalinata, si arriva in cima al colle, dove sono siti il piccolo santuario e la basilica. Tappa imperdibile per i più religiosi e non solo.

Monte Urpinu e Castello San Michele

Abbiamo concluso la nostra prima parte di giornata a Cagliari, ora ci chiediamo: che cosa vedere nelle ultime ore che ci rimangono a disposizione? Completiamo il nostro brevissimo soggiorno nel capoluogo sardo con le visite a Monte Urpinu e Castello San Michele.

Il primo è un parco urbano che si estende per 350.000 m², facilmente accessibile da Via della Pineta. Consigliamo di salire fino in cima per poter ammirare alcuni suggestivi punti di vista su tutta la città cagliaritana, incluso lo stagno di Molentargius e il Poetto, con l’inconfondibile Sella del Diavolo.

Prima di lasciare Cagliari immancabile la tappa al castello San Michele, ubicato nel quartiere Is Mirronios, alla periferia del centro abitato, e posto sulla sommità del colle omonimo, da dove sarà possibile rivedere, per l’ultima volta, tutta la città.

Lascia un commento

Lascia il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui