Cosa vedere a Bruges in 2 giorni: centro storico e chiesa della Nostra Signora

Oggi parliamo di cosa vedere a Bruges con un tempo massimo a disposizione di 2 giorni. Non sono tanti, ma sempre di più che un giorno o poche ore. Bruges è vicina al confine con i Paesi Bassi ed è il capoluogo delle Fiandre occidentali. La popolazione conta poco più di centomila abitanti. Sono diverse le curiosità intorno a questa città. Dal soprannome che le viene dato dai turisti (“Piccola Venezia”) al celebre sportivo nato qui nel 1982, il cestista Tony Parker, leggenda dei San Antonio Spurs.

Leggi anche: Come arrivare a Bruges in aereo, treno e auto

Indice

Il centro storico di Bruges

Centro Storico (Grote Markt)
Centro Storico (Grote Markt)

La maggiore attrazione da vedere a Bruges è il centro storico della città. Essendo la città belga un antico borgo medievale, la piazza del centro vi catapulterà indietro nel tempo. Difficilmente in Belgio troverete piazze più belle. Oltre al campanile di Bedford, dominano la scena i numerosi negozi di cioccolato sparsi lungo la piazza. Consigliata anche una passeggiata lungo i vicoli che vi porteranno vicino al fiume.

Basilica del Sacro Sangue

Tra i monumenti più importanti di Bruges segnaliamo la Basilica del Sacro Sangue, situata in piazza Burg, dove tra le altre cose sorge il palazzo municipio gotico (Stadhuis). La sua costruzione venne ultimata nella metà del 1100. Al suo interno è custodita la reliquia del sacro Sangue, da cui prende appunto il nome l’edificio. Questi gli orari di apertura: dalle 9 alle 12.30 e dalle 14 alle 17. Tutti i giorni. Per visitare il museo il costo del biglietto è di 2 euro.

Jerusalem Church

A Bruges una delle chiese più antiche è la Jerusalem Church (Jeruzalemkerk). Alcuni turisti la preferiscono alla più celebre Basilica del Sacro Sangue per il suo carattere molto particolare. Al suo interno si ritrovano teschi, ossa e quant’altro, oltre alla tomba di Anselm Adornes, dove è riposto soltanto il suo cuore. L’edificio si trova nella zona est della città, vicino al parco dei Mulini. È aperta dal lunedì al sabato dalle 10 alle 17 ed il prezzo di ingresso è pari a 2,50 euro.

Chiesa di Sant’Anna

Le sorprese a Bruges non mancano di certo. La Chiesa di Sant’Anna ne è un classico esempio. La facciata esterna tiene nascosta, almeno inizialmente, lo splendido edificio interno, uno dei massimi esempi dell’arte barocca in tutto il Belgio. Si trova a 4 minuti a piedi dal Markt, la piazza del centro storico descritta in precedenza, dove è presente il Belfort, la torre civica. È aperta dal lunedì alla domenica, dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18.

Chiesa della Nostra Signora

Chiesa della Nostra Signora
Chiesa della Nostra Signora

Una delle cose da vedere assolutamente a Bruges è la Chiesa della Nostra Signora, una tappa obbligatoria per i turisti italiani e non. Al suo interno c’è infatti la statua della Madonna con bambino, realizzata da Michelangelo. Un’opera di inestimabile valore. La torre dell’edificio è alta 122 metri. Dalla piazza principale del centro storico, si trova a circa 400 metri, raggiungibile a piedi in circa cinque-sei minuti.

Cattedrale San Salvatore

Tra le chiese più importanti di Bruges impossibile non citare la Cattedrale di San Salvatore, con la sua struttura imponente, massiccia. Venne finita di costruire a metà del 1500. È situata a poco meno di 300 metri da Belfry e dalla piazza del centro storico (Markt). È aperta dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 15.30. A differenze di altre chiese, l’ingresso è gratuito.

Museo Saint John’s Hospital

Un altro edificio da non perdere se siete a Bruges è il Museo Saint John’s Hospital, un vecchio ospedale dove – nell’edificio originario – ritroverete numerosi libri di anatomia, quadri d’epoca e strumenti chirurgici. Il museo è costituito da un complesso di edifici. Al piano terra c’è la possibilità di visitare alcune opere del famoso artista Memling. Consigliata la visione della struttura lignea del tetto. Si trova a 5 minuti a piedi dal Markt ed è aperto dal martedì alla domenica dalle 9.30 fino alle 17. Il prezzo di un biglietto per adulti è di 8 euro.

Museo di Groeninge

Altra tappa obbligatoria a Bruges è il Museo di Groeninge, al cui interno sono poste alcune delle più importanti opere dei pittori fiamminghi “primitivi”. Dalla piazza centrale dista poco più di 300 metri, circa 4 minuti a piedi, non di più. Unica pecca la mancanza di un’audio-guida italiana (la nostra lingua non è presente nemmeno nei pannelli posti dentro il museo). È aperto dal martedì alla domenica, dalle 9.30 alle 17 del pomeriggio. Il costo del biglietto è di 8 euro.

Beghinaggio

Beghinaggio
Beghinaggio

Che sia o il primo o il secondo giorno è impossibile non recarsi presso il Beghinaggio, il complesso di edifici fondati nella metà del 1200 dalla contessa di Fiandra, Margherita di Costantinopoli. Un luogo fiabesco e impregnato di storia, costituito da case bianche un tempo abitate dalle beghine/i, persone che si ritiravano a vita monastica senza prendere i voti. Adesso vi sono le suore benedettine o semplici privati. Dal ’98 è Patrimonio mondiale dell’Unesco. Si trova a circa 400 metri dal Minnewater Park.

Minnewater Park

Tra i parchi da visitare a Bruges vi consigliamo il Minnewater Park. Lunghe passeggiate romantiche, con il lago il fiume e la chiesa quasi disegnati per ricreare un mondo fantastico. Se avete Instagram e amate le foto naturali, è arrivato il momento di usare la vostra fotocamera, che sia una reflex o quella del cellulare. Il parco è situato a sud rispetto il Markt, a circa 1 km. A piedi la distanza può essere ricoperta in poco più di 10 minuti.

Lascia un commento

Lascia il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui