Colmar cosa vedere nella Piccola Venezia dell’Alsazia

La folcloristica cittadina di Colmar offre diversi spunti e cose da vedere al pari della vicina Strasburgo. Perla dell’Alsazia, con le architetture colombages, i canali e i vicoli pittoreschi, Colmar si può visitare in 1 giorno ma, volendo, ci si può fermare anche di più per scoprire tutti i suoi angoli colorati. Famosa per i mercatini di Natale, tra i più belli d’Europa e dell’Alsazia, Colmar è uno di quei luoghi che sa come affascinare ad ogni stagione. Tra novembre e dicembre vanno in scena i mercatini natalizi e la città si colora di luci e atmosfere, in autunno è la via dei vini a diventare protagonista, mentre durante la bella stagione Colmar diventa un grande villaggio fatto di sorci fioriti, case con le pareti a graticcio e canali da cartolina, conditi dai mercatini di Pasqua, di scena tra marzo ed aprile. Scopriamo le più belle attrazioni di Colmar, che si possono vedere anche con il trenino, un modo alternativo per vedere la città.

La Città Vecchia e la Piccola Venezia

Il centro di Colmar è pedonale, è un vero piacere passeggiare nelle colorate vie della città, tanto che ognuna merita uno scatto. Ad ogni angolo si possono notare le case a colombages, tipiche dell’Alsazia, e i balconi fioriti. Il cuore della città vecchia è la Piccola Venezia, il quartiere più popolare della cittadina alsaziana, che prende il via da Quai de la Poissonnerie. Passeggiando tra crogioli di vie e case a graticcio tutt’intorno, si possono scorgere le numerose panetterie e i negozi di souvenir, oppure ci si ferma nei ristoranti tipici, dove assaggiare le tradizionali tarte flambé. Non è nemmeno necessario seguire uno specifico itinerario poiché Colmar è una di quelle città che, ad ogni angolo, offrono scorci incantevoli.
città-vecchia-colmar
Nella Little Venice, da ammirare tutta dal ponte di Rue de Turenne, da vedere ci sono la Maison de Tétes, dove sono scolpiti circa 100 animali e volti in pietra, la Maison Adoplh, ossia la casa più vecchia della città, e la Maison Pfister, la più famosa e caratteristica. Dagli scenari della Piccola Venezia, si arriva facilmente ai vicoli suggestivi della città vecchia, il quartiere Tanneurs, con le sue casette colorate e i balconi in fiore; basta percorrere le vie Rue de la Poissonerie, il quartiere dei pescatori sul fiume Lauch Rue Turenne, Rue S. Pierre e Point S. Pierre per poter dire di aver visto Colmar. Infine si arriva a Place du Champs de Mars, una delle piazze più importanti della cittadina caratterizzata dalla fontana.

I musei e le Chiese

Nonostante non sia una metropoli, Colmar vanta alcuni musei interessanti. Tra i più famosi ci sono il museo Unterlinden, dove è conservato il Retablo di Issenheim dipinto da Mathias Grünewald, il Museo Bartholdi, dedicato al creatore della Statua della Libertà di New York, nato proprio a Colmar, e il museo dei Giocattoli, un’esposizione di giochi e bambole per bimbi.
koifhus-colmar
Nel centro storico si possono visitare la Collegiata di San Martino, in stile gotico, la Chiesa di Saint Mathieu e la Chiesa dei Domenicani, nota per il dipinto de la Vierge au Buisson de Roses. Da non perdere l’antica dogana in Place de l’Alsacienne, Koïfhus, costruita nel 1480, che fungeva come antico deposito di merci, il Palais du Conseil Souverain con la sua facciata neoclassica e l’Antico Ospedale. Per visitare Colmar in maniera alternativa, è possibile infine fare un giro in barca nei canali. Il giro parte dal ponte Saint-Pierre e offre una visuale della città ancora più fiabesca.

Lascia un commento

Lascia il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui