Cascate di Iguazú: periodo migliore per visitarle

Confine naturale impetuoso di Argentina e Brasile. Le cascate di Iguazú si trovano tra la provincia di Misiones, in Argentina, e lo Stato di Paranà, in Brasile. Pochi chilometri e c’è anche un terzo Paese dell’America Latina, il Paraguay. Rappresentano uno degli spettacoli più belli al mondo e contendono alle cascate del Niagara lo scettro di più belle sulla faccia della Terra. Il viaggio per arrivare non è forse dei più semplici, partendo dall’Italia, ma – saremo banali a dirlo ma lo diciamo lo stesso – meritano una visita almeno una volta nella nostra vita, specialmente se si organizza una vacanza in Sud America.

Quando andare

Qual è il periodo migliore per visitare le cascate di Iguazú? Per rispondere a questa domanda è necessario conoscere il clima della regione. Abbiamo detto che ci troviamo al confine naturale fra tre diversi Stati dell’America del Sud: Brasile, Argentina e Paraguay.

Prendiamo come punto di riferimento il clima dell’Argentina, concentrandoci in prevalenza sulla parte nord dello Stato sudamericano. Siamo di fronte ad un clima tropicale. Questo significa che fa caldo durante tutto l’anno. Con delle eccezioni però.

Quando da noi è estate, nel nord dell’Argentina le temperature sono sì calde ma piacevoli, dal momento che si attestano tra i 22 e 25 gradi. Questo perché l’Argentina, insieme agli altri Stati dell’America meridionale, si trova nell’emisfero australe, dove le stagioni sono invertite.

garganta-diablo-cascate-iguazu
Garganta del Diablo, la cascata più profonda del complesso delle cascate di Iguazu – Creative Commons Marissa Strniste

Quando da noi è inverno, lì è piena estate. Nel nord dell’Argentina, dove si trovano le cascate di Iguazú, nei mesi di dicembre, gennaio e febbraio, si possono superare anche i 35 gradi. Nella media, le temperature oscillano fra i 31 e 33 gradi. Un problema per chi mal sopporta il caldo, la cui percezione è aumentata dal fatto che ci troviamo in un territorio molto umido.

Le piogge nella zona delle cascate sono all’ordine del giorno. Il mese peggiore, da questo punto di vista, è novembre, con oltre 200 mm di acqua che cade in un mese, seguito a ruota da aprile, gennaio e febbraio. Possiamo facilmente intuire che la stagione più piovosa è la primavera e l’estate, mentre in inverno il livello di mm si attesa sui 130, quasi la metà.

Rispondiamo ora al quesito iniziale: quando andare alle Cascate di Iguazú? Per chi soffre il caldo e l’umido, consigliamo di organizzare la visita quando da noi è estate e in Argentina inverno, ovvero da giugno ad agosto. Sconsigliamo invece il periodo estivo, da novembre a gennaio, ma anche aprile e maggio, che corrispondono all’estate e all’autunno.

Qui trovate le informazioni su come arrivare alle cascate di Iguazú da Buenos Aires partendo in bus, treno e auto.

Lascia un commento

Lascia il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui