Bolzano cosa vedere nell’elegante città dell’Alto Adige

Piazza Walther

Scopriamo cosa vedere a Bolzano, una delle città più belle sulle pendici delle Dolomiti, nonché destinazione di punta durante i ben noti Mercatini di Natale. La città del Trentino Alto Adige, con le sue architetture mitteleuropee e quell’atmosfera quasi internazionale, rappresenta una di quelle destinazioni che offrono luoghi di attrazione stupendi ad ogni stagione.

Durante l’inverno, grazie ai mercatini, passeggiare per Bolzano significa immergersi in una località pittoresca, raccolta e colorata, in estate, invece, la vivacità della città, i paesaggi verdi e le montagne che la circondano, la pulizia e l’ordine dei parchi e delle strade, la trasformano in una meta perfetta per passeggiare all’aria aperta, andare in bicicletta o dirigersi verso le vicine montagne per un’escursione a piedi.

Bolzano, insomma, con l’aria un po’ italiana e un po’ tedesca e austriaca, sa come affascinare chi la visita per la prima volta. Curiosi di sapere quali sono i migliori luoghi di attrazione?

Il centro storico, Piazza Walther e gli edifici

Il cuore della città di Bolzano è Piazza Walther, il piazzale principale, dove a dicembre vanno in scena i colorati mercatini natalizi. Nel mezzo della piazza si ammira la statua di Walther von der Vogelweide, il poeta a cui è dedicata la piazza. Attorno a Piazza Walther si diramano molte vie ordinate ed eleganti come Via dei Portici, la strada dello shopping fino ad arrivare a Piazza delle Erbe, dove si erge la statua del Nettuno. Nel centro storico di Bolzano si possono osservare architetture del ‘400 davvero eleganti.

Piazza Walther
Piazza Walther

Da vedere, passeggiando per il fulcro cittadino, la Piazza della Vittoria, con il simbolo per eccellenza: l’arco omonimo voluto da Mussolini durante gli anni ’20 e la Piazza degli Argentieri, caratterizzata da alcuni edifici barocchi come il Palazzo Mercantile. Camminando per le curate ed eleganti vie della città si possono ammirare il Palazzo Gerstburg, il Palazzo Menz e il Palazzo delle Poste, voluto nell’800 e caratteristico per la sua architettura mitteleuropea.

Le vie e i musei

La maggior parte delle vie di Bolzano sono caratterizzate dai portici e dai bellissimi edifici erker, finestre ad arco, con facciate colorate tipicamente mitteleuropee. Da vedere la via Joseph Streiter, una delle più antiche della città, caratterizzata da archi e mercatini.

Tra le vie imperdibili c’è anche via Bottai, nota per le insegne in ferro battuto; qui si trova il Museo di Scienze Naturali. Non lontano, invece spiccano il Museo Archeologico e il Museo Civico.

I castelli e le Chiese

Il paesaggio che circonda Bolzano riporta alla mente vecchie fiabe, l’area è infatti circondata da castelli medievali bellissimi che raccontano la storia della località altoatesina. Degni di nota sono lo Schloss Sigmundskron, a sud della città e famoso per essere oggi il Messner Moutain Museum Firmian (si può visitare tutti i giorni dalle 10 alle 18 tranne il giovedì), il castello Flavon o Haselburg, da cui si gode di un bellissimo panorama sull’altopiano.

Schloss Sigmundskron
Schloss Sigmundskron

Inoltre, ci sono il centralissimo Schloss Maretsch, il Castello Rendelstein e Hörtenberg e il Castel Roncolo o Schloss Runkelstein, conosciuto anche con il nome di maniero illustrato: si tratta di un castello medievale costruito a nord della città e raggiungibile anche a piedi, in cui all’interno sono custoditi affreschi dedicati a re Artù . Visitarli tutti non è possibile, ma basterà anche solo vederli da fuori per rimanere stupefatti dalla bellezza di questi manieri.

Invidiabili anche le Chiese di Bolzano: si parte dal Duomo dedicato a Maria Assunta, costruito in stile gotico romanico e situato in piazza della Parrocchia. Il Duomo è aperto ogni giorno dalle 10.00 alle 17.00. Gli affreschi al suo interno e il Museo sono una tappa fondamentale.

Da vedere anche il Convento Muri nel quartiere Gries, abbazia benedettina di grande fascino, la Chiesa dei Cappuccini dedicata a Sant’Antonio da Padova oppure la gotica Chiesa dei Domenicani e quella dei Francescani. Se intendi approfondire l’argomento, ti consiglio la lettura della guida su come arrivare a Bolzano.

Lascia un commento

Lascia il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui