Alaska clima e quando andare: i consigli per la vostra vacanza

0
8

Torniamo in Alaska per parlare di clima e di quando andare. Se avete deciso di fare una vacanza alternativa nello stato del Nord America, dovrete prima sapere qual è il periodo migliore per organizzarla. Un aspetto cruciale, oltre a quello su come arrivare in Alaska dall’Italia, di cui abbiamo parlato abbondantemente in questo articolo. No, lo confermiamo, non è un viaggio impossibile. Anzi.

Le condizioni climatiche

Il clima dell’Alaska è prevalentemente di tipo subartico. Sostanzialmente, fa freddo. Molto freddo. Ma non tanto quanto uno potrebbe pensare. Non è da sottovalutare un fatto molto importante: l’Alaska è lo stato più grande degli Stati Uniti. È evidente come non in tutte le città si registrino le stesse condizioni climatiche. Dipende in che regione ti trovi. Come è normale che sia. Elementare.

Al nord, nelle coste settentrionali e occidentali, domina la tundra. In inverno la temperatura minima scende sotto i 30 gradi, mentre d’estate arriva a fatica ai 10 gradi. Scendendo verso sud, le temperature si alzano leggermente, sopratutto quelle minime, e si riesce a raggiungere, durante la stagione estiva, anche i 13-15 gradi. Un po’ come da noi nel mese di marzo.

Vi è poi la regione interna, dove si registra un clima continentale. E qui cambia tutto. Non a caso viene battezzata anche come regione dei record. In inverno la temperatura minima scende sotto i 30 gradi, ma d’estate, e qui c’è la sorpresa assoluta, le massime possono raggiungere clamorosamente anche i 35 gradi. Certo, sono situazioni limiti, visto che la media si attesta poco sopra i 20 gradi, ma fa un certo effetto sapere che in Alaska ci siano queste temperature. Sono diversi i miti da sfatare, così come quello sul Sole di mezzanotte.

alaska-anchorageInfine parliamo della costa meridionale. Data la sua vastità, esistono diversi microclimi. Prendiamo in esame quelle che sono le due città più famose, Anchorage e Juneau (la capitale). Le estati sono fresche, con temperature che si aggirano intorno ai 15-18 gradi, mentre l’inverno è sottozero, sebbene non si raggiungano le minime record della regione interna o della tundra. Nella capitale le precipitazioni sono abbondanti, dal momento che si raggiungono oltre 1500 mm di acqua in un anno.

Periodo migliore

Quando andare in Alaska? Il periodo migliore è sicuramente l’estate. L’inverno ve lo sconsigliamo, a meno che non vogliate dormire con trecento vestiti addosso (e forse avrete ancora freddo), specialmente se andate nella regione interna. Di massima, giugno è il mese migliore, visto che luglio e agosto sono generalmente più piovosi e dunque meno soleggiati, specialmente se si va, come presumiamo, nelle città principali del Paese, vale a dire Anchorage e Juneau.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here