Tornare a viaggiare è più importante dell’amore per 7 viaggiatori su 10

Quando la voglia di viaggiare supera anche quella di trovare l’amore della propria vita. Sono le conseguenze della pandemia, almeno stando a una recente indagine condotta da Booking.com, il noto portale di prenotazioni online. Più di due terzi dei viaggiatori (71%) afferma infatti che per l’estate 2021 preferirebbe avere la possibilità di tornare a viaggiare in giro per il mondo, anziché incontrare la propria anima gemella.

Il desiderio di un viaggio all’estero batte anche un’eventuale promozione sul posto di lavoro, con il 66% degli intervistati che pone come preferenza primaria una vacanza piuttosto che il successo in ambito lavorativo. Una percentuale simile (64%) dichiara inoltre di assegnare al viaggio un’importanza maggiore adesso rispetto a prima che arrivasse la pandemia.

Ecco perché per quasi metà dei viaggiatori (48%) l’impossibilità di organizzare liberamente una vacanza all’estero nel 2020 ha avuto conseguenze negative sulla salute mentale, una percentuale che sale fino al 55% se si prendono in considerazione soltanto gli italiani. Sempre a questo proposito, il 47% delle persone che hanno partecipato all’indagine di Booking ha ammesso di essersi sentito prigioniero entro le proprie mura domestiche, a causa delle restrizioni imposte dai governi nazionali.

Qual è invece il livello di fiducia nei confronti della campagna di vaccinazione? Due terzi dei viaggiatori globali conferma di nutrire maggiori speranze sull’estate 2021, ora che la somministrazione del vaccino sta procedendo in maniera spedita nei principali Paesi del mondo. Ancora di più gli italiani (72%), nonostante alcuni intoppi registrati dopo i primi mesi per via di alcune morti sospette, che alcune persone hanno collegato al vaccino Astrazeneca.

Dall’altra parte però, la fiducia sulla vaccinazione non è esente da conseguenze. Una di queste è la volontà espressa dal 57% dei viaggiatori italiani di tornare a organizzare una vacanza all’estero soltanto dopo essersi sottoposti a vaccino, percentuale che sale fino al 68% tra gli intervistati over 55.

A questo si aggiunge un ulteriore dato interessante: in vista della prossima estate, il 58% degli italiani intende effettuare un viaggio soltanto in quei Paesi che hanno cominciato la campagna di vaccinazione. La conferma diretta di come l’essere vaccinati rappresenti un input fondamentale per la ripresa del turismo.

Federico Pisanu è co-fondatore e direttore di ComeViaggiare. Ha studiato Lettere Classiche all’Università di Cagliari, per poi trasferirsi ad Ancona dove attualmente vive. Ha collaborato per Salvatore Aranzulla, Money.it e il network di TuttoAndroid in qualità di SEO Editor. Nel novembre 2018 fonda il blog Viaggi e Ritratti, in cui racconta i suoi viaggi in giro per il mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.