Cosa cambia per i viaggi col nuovo decreto

Il nuovo decreto-legge del 13 marzo 2021, in aggiunta al Dpcm dello scorso 2 marzo, delinea quelle che sono le nuove regole sugli spostamenti degli italiani da oggi, lunedì 15 marzo, fino a martedì 6 aprile, il giorno dopo Pasquetta.

Spostamenti in zona rossa

In zona rossa ci si potrà spostare esclusivamente per comprativi motivi di lavoro, salute o necessità, oppure per fare rientro nella propria residenza o in una seconda casa.

Sono invece vietati tutti gli altri spostamenti che non rientrano tra i motivi elencati qui sopra. L’unica deroga verrà concessa nei giorni 3, 4 e 5 aprile, quando ci si potrà spostare soltanto in un’altra abitazione privata e una sola volta al giorno.

Spostamenti in zona arancione

Chi abita in zona arancione può spostarsi liberalmente solamente all’interno del proprio Comune, nel rispetto comunque del coprifuoco nazionale in vigore dalle 22 alle 5.

Rimane valida la deroga che permette alle persone che risiedono in un Comune fino a 5.000 abitanti di spostarsi entro un raggio di 30 km, anche qualora lo spostamento preveda l’arrivo in un’altra Regione  Provincia autonoma.

Inoltre, a differenza di quanto accade nell’area rossa, sono consentite le visite a parenti o amici purché quest’ultimi abitino nello stesso Comune e ci si sposti una sola volta al giorno tra le 5 e le 22.


Leggi anche

Pasqua e Pasquetta

Sabato 3, domenica 4 e lunedì 5 aprile, nei giorni dunque della vigilia di Pasqua, Pasqua e Pasquetta, tutta l’Italia sarà zona rossa, ad eccezione delle Regioni che si guadagneranno nel corso dei prossimi giorni lo status di area bianca (come la Sardegna).

Ciò significa che saranno consentiti soltanto gli spostamenti per comprovati motivi di lavoro, salute o necessità.

Anche in questo caso, però, il decreto-legge fissa una deroga: nei giorni 3, 4 e 5 aprile chiunque potrà spostarsi verso un’altra abitazione privata della stessa Regione tra le 5 e le 22, fino a un massimo di due persone con figli minori di 14 anni.

Viaggiare all’estero

I viaggi all’estero sono consentiti, ad eccezione però di sabato 3, domenica 4 e lunedì 5 aprile, quando tutta l’Italia, ad eccezione delle Regioni in area bianca, saranno in zona rossa.

Se si esclude il periodo pasquale, chi intende viaggiare all’estero potrà uscire dalla propria Regione per recarsi all’aeroporto, poiché i viaggi rientrano ancora tra gli spostamenti consentiti.

Prima di organizzare un viaggio, però, si consiglia di verificare le regole anti Covid previste nel Paese di destinazione e se la nazione scelta sia inserita nella lista delle nazioni dove è consentito viaggiare.

Il punto di riferimento rimane ViaggiareSicuri, il sito ufficiale della Farnesina.


Ti potrebbero interessare anche