Ryanair e il passaporto vaccinale per viaggiare: cosa farà la compagnia aerea

Mentre si discute sulla possibilità di un passaporto vaccinale, che molto probabilmente sarà realtà entro l’estate, la compagnia low cost Ryanair non sembra affatto intenzionata a seguire questa strada e non vuole chiedere il passaporto sanitario vaccinale ai suoi passeggeri.

Passaporto vaccinale, a che punto siamo

La sperimentazione dello Iata Travel Pass è entrata nel vivo ma nel frattempo la Ue sta pensando anche ad un Digital Green Pass, un certificato vaccinale unico da presentare in aeroporto o ai confini che certifica, appunto, l’avvenuta vaccinazione o il risultato negativo del tampone, oltre che altre informazioni sanitarie relative al covid e l’eventuale guarigione ma senza discriminare chi non ha effettuato il vaccino. Si tratta di informazioni sanitarie che saranno racchiuse in un codice Qr, il quale sarà scansionato all’aeroporto dalle compagnie e permetterà di viaggiare in sicurezza per evitare quarantene e restrizioni.

Ryanair non vuole chiederlo

Ryanair, che di recente ha presentato l’operativo voli per l’inverno 2021-2022 e ha aggiornato i voli per l’estate 2021, si è detta contraria al passaporto vaccinale e non vuole chiederlo. Secondo il giornale Preferente, che ha dato la notizia, il vettore irlandese non vuole usare il passaporto vaccinale europeo, perché andrebbe a danneggiare il libero mercato. In una nota, Ryanair ha spiegato che sui voli a corto raggio europei non sarà richiesto nessun certificato:

In accordo con il sistema di libera circolazione Ue, inoltre, Ryanair prevede che le misure di quarantena vadano eliminate nel momento in cui i vaccini sono disponibili in quantità sufficienti a proteggere le persone ad alto rischio.

Il certificato vaccinale, insomma, vuole rappresentare una sorta di corsia preferenziale per chi viaggia ma la compagnia low cost non intende usufruirne a sentire le notizie attuali. Nonostante tutto la compagnia si è detta ottimista sui prossimi mesi e spera che almeno per l’estate ci sarà una ripresa dei voli anche grazie al piano vaccinale che in alcuni paesi come la Gran Bretagna è sicuramente più avanti rispetto all’Italia.

Ti potrebbe interessare anche: Ryanair non si arrende e annuncia le sue novità per l’estate 2021 (con voli in offerta)