Case a 1 euro, iniziativa ancora attiva a Cinquefrondi

Si intitola “Cinquefrondi Cantiere di Bellezza” il progetto con cui il comune situato in provincia di Reggio Calabria ha manifestato l’intenzione di aderire all’iniziativa Case a 1 euro lo scorso anno.

“Un quartiere intero abbandonato, con case vuote che anche instabili e rischiose”, così parlò il primo cittadino Michele Conia alla CNN, spiegando le ragioni che lo avevano spinto a prendere questa decisione.

E a distanza di oltre sei mesi, il piano è ancora attivo.

Rispetto alla maggior parte degli altri comuni italiani, che chiedono all’acquirente di stanziare un acconto di 5.000 euro a garanzia della ristrutturazione dell’immobile entro tre anni dall’acquisto, Cinquefrondi ha scelto di intraprendere una strada diversa.

Infatti, l’unico requisito da soddisfare – oltre alla ristrutturazione dell’edificio in tempi certi – è la sottoscrizione di una polizza assicurativa pari a 250 euro all’anno fino al termine dei lavori.

Dall’altra parte, il Comune si impegna a rilasciare con celerità i titoli abitativi al fine di agevolare l’avvio del restauro, oltre a garantire ai nuovi proprietari il possesso al 100 per cento dell’immobile una volta stipulato il regolare contratto di vendita con gli ex titolari dell’abitazione.

Quest’ultimi potranno aderire all’iniziativa inviando al Comune la domanda di disponibilità di cessione dell’immobile al prezzo simbolico di un euro, la documentazione catastale, alcune fotografie che testimonino le condizioni attuali e una copia del documento di identità.

Come accennato all’inizio, di Cinquefrondi e della sua iniziativa ha parlato la CNN Travel, che nel giugno 2020 dedicò un corposo approfondimento al paese italiano Covid free.

Nell’intervista di allora, il sindaco Conia raccontò dei suoi anni trascorsi in Germania, dove si trasferì insieme ai genitori da piccolo, salvo poi tornare nella sua terra d’origine per salvarla.

“Troppe persone sono migrate da qui nel corso dei decenni, lasciandosi dietro case vuote. Non possiamo soccombere alla rassegnazione”, dichiarò il primo cittadino.

Una promessa mantenuta, come dimostra il successo dell’iniziativa anche all’estero, e l’assegnazione delle prime case proprio in questi giorni.

Potrebbe interessarvi anche: Le 10 città con il miglior stile di vita al mondo e da vedere assolutamente