Il primo treno superveloce in Italia potrebbe essere cinese

Nel mese di febbraio si era diffusa la notizia del possibile arrivo anche qui in Italia del treno supersonico Virgin Hyperloop, in grado di viaggiare alla velocità del suono. Non subito però, ma a partire dal 2030 in avanti. Tra l’altro, le prime tratte coperte dal mezzo di trasporto avveniristico prevederebbero distanze di per sé irrilevanti dal punto di vista dei km, come ad esempio il collegamento tra Milano e l’aeroporto di Malpensa, oppure Roma con lo scalo di Fiumicino.

Da qui al 2030 ci separano comunque nove lunghi anni, e non è affatto scontato che la tecnologia Hyperloop One finanziata dal miliardario britannico Richard Branson rappresenti la novità assoluta nel panorama italiano dei trasporti entro la prossima decade. Esistono infatti altri progetti che prevedono la realizzazione di treni sempre più veloci pronti ad abbattere i record di oggi, o quantomeno avvicinarsi.

È il caso del nuovo Maglev prodotto dal China Railway Group: nei primi test ha raggiunto una velocità di poco superiore a 600 km/h, ma gli esperti assicurano che una volta in commercio riuscirà a coprire una distanza di 800 km in sessanta minuti. A conti fatti, andrebbe due volte più veloce dell’attuale treno più veloce al mondo, lo Shanghai Transrapid, che sfiora i 430 km/h come velocità massima (100 km/h in più rispetto ai modelli più veloci degli Shinkansen giapponesi, per intenderci).

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Pei Ketron (@pketron)

Leggi anche: Un nuovo jet supersonico volerà da Milano a Londra in 30 minuti

Il treno futuristico del gruppo cinese sfrutterà ancora la levitazione magnetica, tecnologia che consente al mezzo ferroviario di viaggiare senza toccare le rotaie, ma gli ingegneri che stanno plasmando il nuovo treno più veloce del mondo assicurano che il passo in avanti rispetto al Transrapid di Shanghai sarà enorme. Dopotutto sono trascorsi quindici anni dal debutto del Maglev più veloce al mondo, e da qui alla prima corsa del nuovo Maglev trascorrerà un altro po’ di tempo.

Non così tanto però da dover aspettare il 2030 (e oltre). Dalle ultime indiscrezioni sembrerebbe infatti che l’anno da cerchiare in rosso sarà il 2027, quando anche l’Italia sarà attraversata dagli iper tecnologici mezzi di trasporto cinesi. Ma cosa cambierà per i viaggiatori in concreto? Immaginate di spostarvi da Milano a Napoli in 60 minuti, o da Torino a Lecce in un’ora e un quarto, oppure ancora muovervi da Genova a Venezia in mezz’ora. Ecco, questo.

Potrebbe interessarvi anche: Alla scoperta di Msc Seashore, la nave più grande di sempre in Italia