Le isole Baleari vogliono testare il passaporto vaccinale

La voglia di turismo in Spagna è più forte della paura dettata dalle varianti del Covid-19, già individuate come possibili responsabili per un’eventuale terza ondata. Negli ultimi giorni la giunta regionale delle isole Baleari ha avanzato al governo centrale di Madrid la proposta di testare il passaporto vaccinale, avendo l’obiettivo di far ripartire l’industria turistica in vista delle prossime vacanze di Pasqua e l’inizio della stagione estiva.

È l’agenzia stampa iberica EFE a riportare l’incontro tra la presidente delle Baleari, Francina Armengol, e la ministra dell’Industria, del Commercio e del Turismo, Reyes Maroto. Accanto alla Armengol c’era anche Iago Neguerela, assessore al turismo. Quest’ultimo, terminato l’incontro, ha rilasciato una breve dichiarazione ai giornalisti, confermando l’interesse da parte del governo regionale a trasformarsi in locomotiva del turismo per il Paese.

L’idea di base rimane la stessa adottata dalle prime nazioni che hanno scelto di puntare con decisione sul vaccino per uscire dalla crisi e risollevare le sorti del turismo, consentire cioè l’ingresso nel territorio soltanto ai viaggiatori che dimostreranno di essersi sottoposti alla vaccinazione. D’altronde la Spagna rientra nella lista dei Paesi favorevoli all’istituzione di un passaporto vaccinale unico, tramite il quale poter muoversi liberamente e vivere una vacanza quanto più vicina alla normalità.

Leggi anche: Viaggi su misura post Covid, la rivincita delle destinazioni naturalistiche

In Europa a fare da apripista è l’Islanda, dove dal 1° maggio le persone che si sono sottoposte a vaccino potranno viaggiare senza restrizioni. Anche la Grecia rientra tra le nazioni dove la patente del vaccino segnerà la ripresa del turismo e il lento ritorno alla normalità: il Paese ellenico ha inoltre stretto un accordo con Israele per consentire ai suoi cittadini e a quelli israeliani di muoversi liberamente, a patto però di avere un attestato che certifichi l’avvenuta vaccinazione.

All’accordo per il turismo stretto da Grecia e Israele si è da poco aggiunto Cipro, che dal 1° marzo riaprirà ai turisti senza l’obbligo di osservare il periodo di quarantena previsto per tutte le persone che non vaccinate: sarà dunque spostarsi liberamente tra Grecia, Israele e Cipro.

Potrebbe interessarvi anche: Quando si tornerà a viaggiare? La profezia di Bill Gates

Federico Pisanu è co-fondatore e direttore di ComeViaggiare. Ha studiato Lettere Classiche all’Università di Cagliari, per poi trasferirsi ad Ancona dove attualmente vive. Ha collaborato per Salvatore Aranzulla, Money.it e il network di TuttoAndroid in qualità di SEO Editor. Nel novembre 2018 fonda il blog Viaggi e Ritratti, in cui racconta i suoi viaggi in giro per il mondo.

Lascia un commento