5 nuovi trend per i viaggi del 2021 post pandemia

Se il 2020 è stato l’anno di una brusca frenata per i viaggi a causa della pandemia, il 2021 potrebbe essere quello dei nuovi trend di viaggio come conseguenza al covid.
Se lo scorso anno a causa del coronavirus la maggior parte delle persone che non hanno rinunciato ad un viaggio hanno deciso di rimanere in Italia, un ottimo modo per conoscere più a fondo il nostro paese, non di rado messo all’angolo dalle mete estere, il 2021 potrebbe vedere nuovi trend molto particolari.

Undertourism

Oltre al turismo slow, che ha già iniziato a prendere forma, da quest’anno vedremo anche un certo interesse per l’undertourism, una tendenza a scegliere destinazioni poco affollate o la preferenza verso attrazioni originali. Come scrive Forbes, molte città cercheranno di ripensare il turismo post covid inserendo ingressi contingentati per evitare grandi flussi e limiti per le attrazioni. D’altro canto, i turisti avranno voglia di scoprire luoghi insoliti, lontano dalle folle e meno popolari, magari a due passi dalla città.

Vacanze nella propria città tra coccole e nuove esperienze

Un altro trend riguarda la cosiddetta vacanza nella propria città. Impossibilitati a spostarsi, molti italiani opteranno per qualche giorno di relax prenotando magari hotel di lusso con centri benessere o altri tipi di servizi come degustazioni gourmet, vini, pacchetti vari nella propria città. Un modo per evadere anche quando una pandemia ci mette lo zampino. Basti pensare che solo a San Valentino, una bella fetta di persone ha scelto comunque di alloggiare una notte in qualche hotel all’interno della propria regione o città per vivere un’esperienza diversa.

Viaggi last second

Un’altra tendenza riguarda un sempre maggiore interesse verso i viaggi last second ossia quei viaggi da prenotare ad una settimana prima della partenza. Il concetto di organizzare vacanze magari 3-4 mesi prima, almeno per adesso, va messo nel cassetto e pur di partire ci si adatta ad organizzare il tutto poco tempo prima, magari giorni, approfittando di sconti dell’ultimo momento verso mete non troppo lontane.

Turismo di prossimità

Rimane forte la tendenza del turismo di prossimità, viaggi comodi non troppo lontano da casa, da raggiungere con il mezzo proprio che sia l’auto, il camper o la moto e alloggiando presso case vacanze o hotel di livello con un occhio alla sostenibilità.

Vacanza e lavoro

E infine non dimentichiamo la nuova formula del viaggio che mescola vacanza e lavoro, un modo per lavorare in smart working e nello stesso tempo rilassarsi da qualche parte fuori casa.

Ti potrebbe interessare anche: Quando si potrà tornare a viaggiare nel 2021? Una riflessione

Lascia un commento

Lascia il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui