Voli per l’estate 2021: con Ryanair, Wizz Air e easyJet meno posti disponibili

Voli estate

È vero, la pandemia di coronavirus ancora non ci permette di organizzare il prossimo viaggio come vorremmo. Le restrizioni sono tantissime, molti paesi consentono l’ingresso solo con un tampone negativo o dopo una quarantena. In questo momento è anche difficile pensare di poter organizzare un weekend, anche se per quanto riguarda le compagnie aeree, sembra che una ripresa possa arrivare a partire dall’estate, ripresa che dovrebbe riguardare un pò tutto il settore. Ovviamente non attendiamoci il ritorno alla normalità, sia chiaro. 

Meno posti disponibili per l’estate

C’è però una notizia che preoccupa e non poco. Secondo un report di OAG, società che si occupa di analizzare i dati aerei, in cui sono stati studiati i voli in programma delle compagnie low cost europee per i prossimi mesi, sembra che i voli disponibili saranno meno rispetto al 2019, quando ancora non era arrivata la pandemia e si poteva viaggiare normalmente. Le compagnie aeree low cost più note come Ryanair, che di recente ha anche lanciato delle nuove offerte voli, Wizz Air e easyJet hanno previsto circa 138 milioni di posti per l’estate 2021, ben il 27% in meno rispetto a quelli disponibili due anni fa.

Se poi si guarda ai soli voli da e per l’Italia con Ryanair si nota che questi sono circa 4 milioni, ben il 77% in meno rispetto al passato. Il totale per tutte e tre le compagnie è di 15 milioni di posti mentre nell’estate 2019 erano 28 milioni. Italia, Spagna e Germania sembrano le più colpite da questo calo di voli disponibili, molto di più rispetto alla Gran Bretagna. Attualmente, in sostanza, le compagnie aeree non hanno in programma di offrire molti voli per la prossima estate e questo significa che o i vettori sanno già che non ci sarà una vera ripresa e quindi pensano di adeguarsi alla domanda, oppure non ci saranno posti per tutti qualora la situazione attuale cambi in positivo. 

Come cambierà la situazione in estate?

Bisogna anche dire che i vettori aerei, che hanno perso moltissimi soldi e hanno dovuto tagliare tanti collegamenti, saranno pronti ad aggiungere voli nel caso in cui la domanda salirà. Al momento, però, non sembra si possa andare verso questa direzione. E voi sareste pronti a prenotare già un volo nel timore di non trovare posto aspettando ancora mesi, oppure preferireste vedere come si evolverà questa drammatica situazione?

Lascia un commento

Lascia il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui